Il premier, la fiera e la (scarna) opposizione

Pubblicato: 12 settembre 2009 in Attualità

Questa è la seconda volta che un premier manchi alla famosa Fiera del Levante a bari, iniziata oggi.

Che manchi poi per il funerale di Mike Bongiorno è assurdo. Ma il solo fatto di aver concesso dei funerali di stato al suddetto la dice davvero lunga.

Il premier, subito rimpiazzato da Scajola, ha forse fatto bene a non inaugurare la fiera. Dopo quello che ha fatto a Bari, con l’imprenditore Tarantini, che adesso si sente preoccupato per la sua vita. Dopo essere stato fischiato e criticato ad un comizio per il candidato sindaco di Bari (poi non eletto) Di Cagno Abbrescia. Onestamente questo episodio mi fa ricordare ai m0lti impegni del premier, che saltavano fuori quando veniva convocato in uno dei suoi processi. Una tecnica, secondo qualcuno, per arrivare il prima possibile alla prescrizione. Con la ex-Cirielli poi, tutto diventò più semplice. Alla fine i giudici si stancarono, e si recano a palazzo Grazioli, naturalmente su appuntamento,  ma trovarono un premier che si avvalse della facoltà di non rispondere.

Lascio a voi commenti e critiche. Mi limito solo a raccontare ciò che so.

tornando alla fiera, però, sono arrivato abbastanza presto. Era prevista una manifestazione contro l’attuale governo. Il problema è che c’erano solo insegnanti precari, la CGIL, qualcuno di qualche partito che nel nome contiene la parola “comunista” di e nient’altro. Qualche striscione. Qualche coro, ma davvero nient’altro. Entusiasmo prossimo allo zero. Così come il mio che in sole 2 ore si è spento, tanto da riportarmi a casa. Mi chiedo io, è il modo questo di organizzare una manifestazione? Dov’era il Pd, il secondo partito in Italia? E i radicali? Ma che opposizione è questa, se proprio coloro che sono al governo non vi partecipano? La risposta mi è stata data da un ragazzo, che fiero, sventolava la bandiera di Rifondazione: “Non si vengono a stare sotto il sole”. Una risposta che personalmente mi ha lasciato scioccato. Mai avevo immaginato una cosa del genere. Perchè credevo non potesse avverarsi. E invece, il  “cogito ergo sum”, applicato alla terza persona, è sempre valido.ù

E allora, prima di guardare la pagliuzza nell’occhio di nostro fratello, guardiamo la trave che abbiamo davanti. In parole povere: guardiamo la nostra sinistra, ancor prima di criticare Berlusconi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...