L’assoluta modernità orwelliana

Pubblicato: 12 ottobre 2009 in Attualità

A proposito della questione sul tanto discusso Lodo Alfano, dichiarato incostituzionale dalla Corte Costituzionale a causa della violazione dell’articolo 3 e del 138 della nostra Costituzione, il Times, grande quotidiano britannico, titola così il suo articolo in prima pagina: “Gli avvocati di Berlusconi usano una difesa da ‘Fattoria degli animali’ per chiedere che il premier sia messo al di sopra della legge”.

A dimostrare che quello che Orwell scrive a proposito di uno dei più grandi totalitarismi di tutta la storia, non è frutto di fantasia. Ma realtà. Che trova riscontro nel 2009. Nell’era moderna.

Scalfari, dunque, che tanti criticano per la sua onestà intellettuale, non ha tutti i torti ripetendo che sente odore di dittatura. Ma è una dittatura diversa. Non come quella fascista o comunista. Ma è forte perchè gode della partecipazione implicita di molti.

E sempre per dimostrare l’assoluta modernità del pensiero orwelliano, c’è anche chi parla di “bipensiero”, altro termine noto al lettore di “1984”, in quanto l’avvocato Ghedini non si rende conto che un conto è la legge. Un conto è l’applicazione della stessa. Un po’ come la questione dell’ “utilizzatore finale”.

Insomma, sempre la stessa storia. Ma di cui serve davvero parlare.

Saluti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...