La (vera) questione morale

Pubblicato: 30 ottobre 2009 in Riflessioni personali

“I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le sue istituzioni, a partire dal governo. Hanno occupato gli enti locali, gli enti di previdenza, le banche, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai TV, alcuni grandi giornali. Per esempio, oggi c’è il pericolo che il maggior quotidiano italiano, il Corriere della Sera, cada in mano di questo o quel partito o di una sua corrente, ma noi impediremo che un grande organo di stampa come il Corriere faccia una così brutta fine. Insomma, tutto è già lottizzato e spartito o si vorrebbe lottizzare e spartire. E il risultato è drammatico. Tutte le “operazioni” che le diverse istituzioni e i loro attuali dirigenti sono chiamati a compiere vengono viste prevalentemente in funzione dell’interesse del partito o della corrente o del clan cui si deve la carica. Un credito bancario viene concesso se è utile a questo fine, se procura vantaggi e rapporti di clientela; un’autorizzazione amministrativa viene data, un appalto viene aggiudicato, una cattedra viene assegnata, un’attrezzatura di laboratorio viene finanziata, se i beneficiari fanno atto di fedeltà al partito che procura quei vantaggi, anche quando si tratta soltanto di riconoscimenti dovuti.”

È  solo una parte , questa sopra citata, dell’intervista fatta da Scalfari a Berlinguer nel 1981. A riguardo della famosa questione morale, che tanto oggi fa discutere. E che tanto oggi colpisce quando se ne parla.

Ma tutti coloro i quali ne parlano, dovrebbero chiedersi se davvero hanno capito il vero significato della questione.

Per esempio, è lecito interrogarsi sul motivo per cui Marrazzo sia stato protagonista delle ultime cronache. Meglio sarebbe interrogarsi sull’incidente politico che Marrazzo ha causato. Sull’influenza che il suo comportamento ha avuto sulla questione pubblica. Non sulla vita privata di Marrazzo.

E allora, al contrario di quanto sostiene Polito, la baraonda politica legata a Marrazzo non è finita. È appena iniziata. È l’ennesima dimostrazione che tanto si parla, e pochissimo si conclude. È la dimostrazione che poco si vuol discutere di una cosa, che, in fondo in fondo, coinvolge tutti. E allora, prima di discutere di “questione morale”, diventando pertanto tuttologi del nulla, si legga e si comprenda ogni parola di Berlinguer. Perchè lui si che l’aveva compresa la situazione.

Non c’è infatti nessun altro, a quest’oggi, che abbia detto queste affermazione, anche con minore franchezza intellettuale.

E allora, un consiglio: si sostituisca la statua di Craxi e si metta quella di Berlinguer, nel Pd.

Un’ultima considerazione. Storace, nel programma di Santore, credeva giusto che Berlusconi avesse pagato Corona, ormai condannato per quello che faceva, per non far divulgare le foto della figlioletta. Era per “salvare la figlia”. Si rifletta anche su questo. Si rifletta sul fatto che la Polizia è messa nei commissariati per risolvere questi problemi.

E si riconsideri la questione morale tutta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...