Pirandello docet.

Pubblicato: 14 dicembre 2009 in Riflessioni personali

Ci sono certe situazioni che ci lasciano quasi sbigottiti.
Alcune legati a vicende personali, altre a vicende più o meno famose. Se penso a queste ultime il riferimento, almeno oggi, è a quello che è successo al premier. Se penso alle prime, non posso che pensare a qualcosa di vicino, di presente nella mia vita.

A volte, l’essere schietto suscita reazioni quasi incontrollate nell’altro. L’aver affermato con estrema convinzione e fermezza una propria opinione personale non può essere motivo di “scontro personale”; al contrario, due opinioni che sono diametralmente opposte faoriscono la crescita e la maturazione dei rispettivi individui. Non ci si può, pertanto, permettersi il lusso di arrabbiarsi, di iniziare a covare qualche strano sentimento legato a qualcosa di sgradevole, ma, al contrario, si dovrebbe cogliere il bello anch da questo dibattito.

Mi piace sempre ricordare una frase di Santoro: “Avere un’opinione diversa non vuol dire essere contro.” Ma semplicemente avere un’idea differente. Se partiamo e prendiamo per buono questo presupposto, ecco che non può svilupparsi in noi alcun sentimento di “ripicca” nei confronti nell’altro. Perchè, questo, poi, come è naturale che sia, conduce alla deduzione di altri concetti. Pian piano poi, ci si allontana dal punto da cui si è partiti, e come si dice, la frittata è fatta.

La schiettezza, una delle qualità che davvero ammiro in maniera partiolare rispetto alle altre, rappresenta un punto cardine in un rapporto. Altrimenti ci si riduce ad indossare una maschera. Anzi, un miliardo di maschere a seconda del caso in cui ci si trova. Altrimenti rischiamo di fare la fine di Mattia Pascal.

Mi lascia sbigottito, perplesso e un pò turbato, dunque, il riconoscere questa difficoltà nell’accettare quello che ho appena detto. Se l’uomo mai avesse accettato la schiettezza dell’altro, adesso davvero saremmo immersi in un periodo come il Carnevale. Pieno solo di maschere. Pirandello docet.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...