Il regalo al direttore Belpietro

Pubblicato: 23 dicembre 2009 in Attualità, Riflessioni personali

Poi dicono di non ascoltare Belpietro. Ma come si fa a non sentirlo almeno un pò? Come si fa a non annotare tutto quello che afferma con quella faccina convinta, sfacciata e spavalda?

Ieri mi è capitato per sbaglio, o per puro caso, di guardare Ballarò. E sentire l’opinione del direttore di Libero, baluardo della libera informazione di casa Berlusconi. Si dicuteva, stranamente, del clima d’odio.

In effetti, come faceva notare Padellaro,è un po che questa espressione non si sente in giro. Adesso siamo di nuovo riconcentrati sulle riforme condivise. Ora che poi, anche il buon D’Alema è con Berlusconi & co, che senso ha di parlare di clima d’odio? Ora che Berlusconi ha telefonato a Tartaglia, che c’è di male più? Che si saranno detti il premier e Tartaglia? Sarà stato un incontro stile Giovanni Paolo II -Mehmet Ali Ağca? Mah, sicuramente. Visto che il suo è il Partito dell’amore.

Parentesi a parte, il clima d’odio di Belpietro, che si manifesta anche con insulti perpetuati dai “ragazzotti” che avevano in mano “il giornale di Travaglio”, è forse anche di chi pro-Berlusconi sono. Ricordate il celebre ministro Brunetta, di cui ho già discusso in questo post?! No?! Lo ricordo io. A un convegno andò ripetendo una frase del genere: la sinistra andasse a morire ammazzata. Ma, naturalmente, non è Brunetta la causa del clima d’odio. All’indomani delle rivelazioni di Spatuzza, il direttore di Libero fa eco a Feltri, intimo amico, nonchè collega particolare: le minchiate di Spatuzza. E Belpietro ieri: “…La sinistra radicale, o meglio, forcaiola. ” Della serie, evviva il clima d’odio, gli insulti. Ah, già, gli insulti di Belpietro sono ok. Il giornale di Padellaro & co che racconta fatti, invece no.

Arriva, poco dopo la risposta di Padellaro, forcaiolo, la smentita di Belpietro che afferma solenne di non insultare alcuno. Ops, mi è sfuggito qualcosa. O è sfuggito a Belpetro?

Ma poi dico io, si possono dire certe cose davanti anche al segretario Bonaiuti? Mah, io sono scettico.

Idea geniale. A Natale, Floris regali a Belpietro un bel registratore. Magari subito dopo aver parlato impara a memoria quanto detto e dopo magari, forse, non si contraddice.

Annunci
commenti
  1. ivana ha detto:

    Secondo il mio punto di vista Belpietro è uno dei pochi giornalisti che sa il fatto suo, non è arrogante,maleducato,invadente.Nelle trasmissioni che vi partecipa, per parlare, aspetta sempre il suo turno, certo che non sarà l’idolo della tv perchè come tanti italiani vede il complotto che hanno attivato a Berlusconi. Sarebbe opportuno che gente come Travaglio e Santoro avessero più senso critico vedessero anche nella sinistra i molti difetti che ha e non vedere tutto lindo. Floris non deve regalare nessun registratore perchè Belpietro è molto coerente nei suoi discorsi,la rai farebbe bene ridurre il salario di Travaglio e Santoro tanto per le cavolate che esprimono………………………….
    forza Belpietro mantieniti così Ivana

    • kususe ha detto:

      Dire che Travaglio e Santoro non vedano difetti della nostra attuale sinistra è pressocchè falso. E le spiego subito il perchè. Il giornale di Travaglio, insultato a gran voce dal direttore di Libero, come mandatne morale della mancata strage, pubblicò un articolo un pò particolare. Un “fuorionda” in cui i dirigenti del Pd, parlavano tra loro in maniera davvero particolare. La invito a leggere il post sul mio blog. E capirà che un buon giornalista attacca tutto e tutti quando c’è da attaccare. L’inciucio di D’Alema, scambiato da Belpietro e Feltri come voglia di dialogare è criticato da tutti coloro che sono fatti della stessa pasta di Santoro e Travaglio.
      Le scalate bancarie dei furbetti del quartierino sono state criticate come non mai, sia quando Travaglio scriveva su micromega, sia nel suo intevento sul blog di Grillo.
      Un vero giornalista non ha problemi a dire ciò che vuole. Critica ciò che gli pare. Belpietro lo è. Ma i toni di Belpietro sono a dir poco più violenti. Così come quelli di Feltri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...