Sempre della serie: chi tace, acconsente.

Pubblicato: 28 dicembre 2009 in Riflessioni personali

Da quando siamo in Europa a pieni titoli, con occhi dolci e commossi, guardiamo gli altri Paesi Europei. Naturalmente non tutto si intende.

Per esempio, si pensi alla stampa. Berlusconi & co. la disprezzano, a meno che non parlino male e in maniera forte della sinistra in generale o di qualche argomento caro ai nostri rapresentanti politici. Per esempio, la prima “riforma” di Zapatero è stata quella di togliere esponenti politici dal un comitato che controlla la tv pubblica. Giusto? Sbagliato? Lascio decidere a voi. Noi invece rimaniamo con la “Commissione di Vigilanza” e ci regalano un presidente dell’opposizione. COsì, c’è par condicio a loro dire. E quanto ne hanno parlato della prima grossa rforma di Zapatero?? Poco quanto nulla. Perchè scotta questo tipo di notizia.

Per par condicio, la politica estera dell’Europa, almeno fino a prima dell’ultimo ministro, non è che abbia destato grande sgomento in Italia. Governo e opposizione quasi daccordo.

Adesso che si discute su leggi che controllino Internet, non si guarda di nuovo all’Europa. IL governo infatti, grazie al suo ministro condannato definitivamente Maroni, vuole mettere in atto le solite riforme per tenere sotto controllo la rete. Ma Maroni non vuole alcuna “legge speciale”, ma solo il settimo provvedimento per limitare la libertà di Internet.

E allora, giusto uno sguardo all’Europa e al resto del mondo,che, forse, di libertà se ne intende più di noi.

USA: La Costituzione vieta ai singoli Stati di legiferare in materia di libertàdi espressione.
Il presidente Berlusconi il primo ad essere presente all’appello di Obama a mandare alti uomini nelle zone martoriate dalla guerra, il primo a non voler riflettere su qesto articoletto della loro Costituzione.

Gran Bretagna: Per il web valgono le normali leggi che esistono anche nella carta stampata e televisione. Punita sempre diffamazione e discriminazione come negli altri mezzi di comunicazioni. Sintesi: no leggi particolari per il web.

Spagna: Reati comemssi trattati come fuori dal web.

Francia: un passo avanti. “La rete è un diritto inviolabile”. Altro che leggi che limitino la libertà sulla stessa.

Una piccola riflessione. Tutte le norme presenti negli altri Paesi sono semplicemente valide dappertutto. Non c’è un campo in cui esse non siano valide. Se si parla di diffamazione su carta stampata, allo stesso modo si parla di diffamazione sul web. In Italia invece non è così. Perchè, pensiamoci bene, i giornali sono controllati da qualcuno vicino a Berlusconi. In più si aggiungono tifosi-giornalisti sempre pronti a difendere il premier a spada tratta. E la dimostrazione si ha leggendo questo blog. La televisione è per metà di Berlusconi. Anzi, per più di metà, visto che il governo ci mette del suo nel controllo della Rai. Senza dimenticare le famose intercettazioni di Saccà, per sistemare qua e là qualche bella donzella.

Cosa manca dunque? Semplicemente Internet. Troppo grande. Basterebbe controllare i maggiori social network, principalmente Facebook. Si è compreso quanto pericoloso sia. Non per i gruppi pro Tartaglia o pro Maiolo. Sono sicuro non hanno paura di due psicolabili e nemmeno delle migliaia di persone che si icrivono nei loro gruppi. Ma hanno paura di gorsse manifestazioni come quella del 5 dicembre, come quella del 23. Nati dal basso. Da blog e social network.

E allora, riuscire a controllare anche Internet, non sarebbe poi un bene? Certo che si.
Unico problema. Se Gelli avesse previsto prima Internet, forse avrebbero fatto qualche decreto e legge un pò prima. Ma tardi non è.

È in dovere, pertanto, colui il quale usa Internet, ribellarsi a questo futuro controllo. Per il suo bene. Sempre della serie: chi tace, acconsente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...