Fortunatamente, il cittadino ha vinto di nuovo

Pubblicato: 1 febbraio 2010 in Riflessioni personali

Patteggiano oggi gli spioni Tavaroli e Co.
La Pirelli e la Telecom, infatti, preferiscono versare in totale sette milioni di euro piuttosto che incorrere in sanzioni ben maggiori.
A causa della possibilità che il processo breve non passi, forse, hanno pensato bene di mettere a posto le cose, raggiungendo un compromesso con la Procura. Perchè il processo breve è previsto, qualora passasse anche alla Camera, anche per le intecettazioni illegali.
Per comprendere meglio ciò che è successo, basta dare una lettura qui.

Adesso facciamo finta che il processo breve fosse legge. Probabilmente avrebbero patteggiato ugualmente, a causa delle prove che la Procura ha. Ma se non avessero patteggiato, siamo sicuri che in quattro anni saremmo arrivati ad una condanna per le due società? Forse si, forse no. Alla fine avremmo avuto però la possibiltà che anche il processo agli spioni sarebbe stato estinto. Quindi, di nuovo gente probabilmente colpevole fuori dalla galera e società che forse avrebbero continuato a fare quello che combinavano, magari con altra gente.

Insomma, lo scenario del processo breve è abbastanza deleterio. Perchè estingue i processi per la maggiorparte dei reati, cioè quelli le cui pene sono sotto i dieci anni di reclusione. Fortunatamente questa volta è andata meglio, e, almeno per adesso, il cittadino ha vinto di nuovo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...