Il fondamentalismo dell’Occidente civilizzato

Pubblicato: 24 febbraio 2010 in Religione, Riflessioni personali

Eravamo rimasti all’iniziativa “White Christmas”, ovvero quella proposta che prometteva di cacciare tutti gli immigrati da un comune governato dalla Lega Nord perchè “il Natale non è la festa dell’accoglienza” ed è una festa per soli cristiani. Chi non lo è non può vivere questa festività, divenuta, oramai, espressione del consumismo più becero e ipocrisia forsennata che si manifesta con le chiese (sempre vuote) gremite.

Poi abbiamo fatto un passettino in avanti. Siamo arrivati all’altra proposta del ministro Gelmini, immagino anche lei cattolica praticante e non razzista, la quale ha deciso di porre un freno alla presenza degli immigrati nelle classe delle scuole italiane. Non più di una certa percentuale. Così al diavolo l’integrazione. Quelli che saranno esclusi dalle classi italiane dovranno fare qualcos’altro invece di andare a scuola. Magari delinquere.

Oggi si legge su “La gazzetta di Mantova” (qui) un’altra novità: “Goito, l’asilo comunale accetta solo bambini cristiani”. Il Consiglio comunale di Goito ha deciso che nell’asilo del comune possano andare solo i bambini che hanno genitori di chiara “ispirazione cristiana”. Ergo, i non credenti, i divorziati e gli extracomunitari non potranno mandare i propri figli all’asilo in questione, cercando soluzioni alternative, ricorrendo magari a scuole private, pagando bei quattrini.
La solita storia insomma. Questa nuova forma di razzismo perpetuata, spiace dirlo, dal solito governo di destra (Udc, Pdl e Lega Nord) non smette mai di stupire. E di vincere. Perchè non bastano le urla dei membri del Consiglio di centro-sinistra che evidenziano la forma di razzismo.

La questione induce, però, a due considerazioni. Una considerazione dal punto di vista giuridico e un altra da uno morale.

Per quanto riguarda la prima, sarebbe lecito chiedersi se l’articolo 3 della Costituzione valesse ancora. Cioè è utile ancora affermare che “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”? Oppure, come afferma l’articolo 34: “La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.”?. Pardon, si parla della scuola, non di asilo. Saranno due cose differenti? Prima forse si. Adesso vista la decisione della Gelmini e del Consiglio comunale di Goito, non più. Entrambe risultano essere aperte solo ad alcune persone. Al diavolo la Costituzione.
Quindi, alla luce di ciò, si può parlare di incostituzionalità? Forse si, forse no. Io non sarò quello che giudicherà. Ma, credo sia necessaria una riflessione attenta sulla questione.

Per quanto riguarda la seconda considerazione, verrebbe da chiedersi quanto i membri sappiano di morale cattolica. Quanto davvero conoscano i Vangeli e l’insegnamento che esiste all’interno dei testi sacri.
Certo, sarebbe retorico se motivassi la mia domanda ricordando che i membri dirigenti dei partiti in questione abbiano tutti un curriculum degno di lode. Casini, cattolico doc, divorziato e festoso al Family-Day. Berlusconi, che desidereva ricevere il sacramento della Comunione dopo il divorzio è immischiato in faccende di escort e prostitute. E la Lega tutta, che si defnisce cristiana, mette in campo politiche di respingimento dei clandestini.
Siccome questo blog non vuole essere retorico e banale, la questione di è legata solo ai membri del Consiglio Comunale. I quali in coro dimenticano i principali insegnamenti di Gesù. C’era la “storiella” raccontata nel Vangelo in cui Gesù ricorda che qualcosa fatto ad un bambino è come se fosse stata fatta a lui. Ma, si intende, erano esclusi i bambini non cristiani. C’era la “storiella” in cui viene detto ai discepoli di lasciar passare i bambini, a causa del loro cuore puro.
Si potrebbe continuare, ma il messaggio che ha lasciato Gesù ai posteri è tutt’altro che banale. Egli parlava di tolleranza, di uguaglianza e di fratellanza. Più o meno gli stessi principi che poi sono stati ripresi dall’Illuminismo francese.
Si registra quindi, come al solito, l’implosione del sistema. Cioè non sono gli atei o gli agnostici, che, talvolta, con polemica sterile, attaccato la religione o la fede del credente. Ma sono coloro che si defniscono appartenenti al “sistema” che lo minano dall’interno. Si sbaglia se si definisce questo atteggiamento come fondamentalista? Secondo me no. Perchè è un’altra forma di fondamentalismo. Quella di proteggere il proprio credo, non preoccupandosi se magari si va contro le idee in cui si afferma, quasi senza problemi, di crederci.
Questo è il vero guaio delle religioni. Il fondamentalismo. Da quello dei “kamikaze” a quello di cui ho appena parlato.
Ma il discorso è estendibile a tutto l’Occidente eh.

Si può parlare allora di “fondamentalismo dell’Occidente civilizzato”? Inutile che dica quale sia la mia risposta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...