Tiziana Maiolo e la preveggenza

Pubblicato: 15 marzo 2010 in Attualità, Riflessioni personali

Uno pensa che magari solo i giornali-tifoserie difendono a spada tratta il premier Berlusconi, millantando e impelagandosi in fantasmagorici ragionamenti che partono da una qualità che appartiene, come descritto in un post precendete, al buon Feltri: la preveggenza. Infatti questa è una caratteristica che si ritrova in tutti coloro che, in generale, hanno il dovere morale di difendere qualcuno, anche quando magari potrebbe zittire perchè forse ha davvero torto.
Poi invece si ritrova che qualche altro giornale, espressione di qualche Fondazione, decide di intraprendere la stessa strada degli organi ufficiali del “quartier generale”. E così, pubblicato tra gli inutili link di Facebook, che, ahimè, ha preso una piega patetica, c’è ne uno del giornale telematico “L’occidentale”, appartenente alla Fondazione Magna Carta la quale, nel suo statuto afferma di riferirsi al “liberalismo conservatore espresso dalla tradizione anglosassone.”. Liberismo che si trova anche nel giornale eh. Se poi parla la liberal-comunista Maiolo, esperta anche lei in preveggenza, allora si che la cosa è chiara.

Tiziana Maiolo, della quale conosciamo la sua coerenza politica che viaggia dal comunismo al liberismo berlusconiano, fiera giornalista giudiziaria, si dedica oggi ad un pezzo intitolato: “Trucchi e misteri dell’inchiesta di Trani”, un titolo misterioso e suggestivo, che richiama per certi versi il dono del predire il futuro, del quale la Maiolo è provvista.
Dopo aver discusso infatti delle solite “bolle di sapone”, simpatica espressione che sottende inchieste che verranno successivamente chiuse (archiviate, magari), rende partecipe il lettore del suo dono di veggenza: “Gli sviluppi futuri dell’inchiesta non hanno rilevanza. Ma una facile previsione ci fa pensare che le imputazioni di concussione si squaglieranno come neve al sole.”. Che, tradotto significa, che non c’è nulla, e non si capisce nemmeno il motivo per il quale quegli “antropologicamente diversi dal resto della razza umana” stiano indagando e abbiano avuto pure la faccia tosta di iscrivere Mr. Berlusconi (tanto per ricordare il liberismo anglosassone) nel registro degli indagati.

E dopo la dimostrazione delle sue doti paranormali, da prova della sua conoscenza in fatto di giurisprudenza, che si possono leggere direttamente nel suo pezzo.
Una Maiolo scoppiettante, che a suon di “trucchetti” dei magistrati racconta a modo suo, tirando opportune conclusioni, la questione in atto, dimenticando di citare uno straccio di intercettazioni, tipo quella su “Repubblica” di oggi, dove forse la concussione è a favore di Innocenzi, “messo in quel posto” (intercettazione) proprio da Mr. Berlusconi.

E poi per chiudere in bellezza, il solito consiglio: “Quattro sostituti più il procuratore capo a occuparsi delle telefonate di Berlusconi. Ma in Puglia non c’è un po’ di criminalità organizzata cui la magistratura farebbe bene a dedicare i propri sforzi?”

Ultima cosa: ecco l’articolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...