Un Mastella così, dove lo troveremmo se non in Italia?

Pubblicato: 18 marzo 2010 in Riflessioni personali

Sono sempre stato affascinato dagli uomini della politica colti. Mi dicevo: loro si che fanno una bella vita. Conoscono la legge, sono religiosi e hanno un gran bagaglio culturale.
Rappresentazione di questa “casta” di fieri uomini è forse Mastella. Persona nella quale si riscontrano senza cercare più di tanto tutte queste caratteristiche.

Un Mastella diciamo, eclettico. Sempre preparato su tutto, a prescindere dall’argomento che gli si chieda. Un piccolo genio. Certo, nessuno è perfetto. Però l’ex ministro è davvero prossimo a quello che dovrebbe essere un politico doc.
Facciamo un esempio. Trasmissione su Rai2. Ore 21.30. Conferenza stampa dei leader dei vari partiti per discutere, sotto “quasi sempre banali” domande di circostanza, dei rispettivi programmi elettorali. Anche se i riferimenti alle vite passate e agli ultimi avvenimenti della scena politica italiana non sono certo mancati.
E così, l’eurodeputato Mastella, ha dato sfoggio della sua conoscenza in fatto di teologia.

Ha spiegato chi è San Clemente. Uno magari crede che Clemente sia stato un uomo qualunque. Al contrario era uno che non moriva. Uno che, a dire di Mastella, anche se si cercava di ucciderlo buttandolo in acqua con una pietra legata, proprio non moriva. Come lui del resto. Un magistrato cattivo e ficcanaso lo mette sotto indagine violando addirittura la legge facendo si che si apra un’inchiesta, ma il ministro se la cava con l’archiviazione. Mezzo partito viene arrestato per tangenti e corruzione, ma lui non demorde: viene eletto come eurodeputato. Il centrosinistra, da buon mascalzone, non lo vuole nella sua colazione, ma il caro buon vecchio Berlusconi lo prende con sè e lo infila nella sua maggioranza. La seconda Repubblica muore, ma lui proprio no. Sotto altre vesti, ma c’è sempre.
Un Clemente che rispecchia alla perfezione il santo. Invincibile e indistruttibe grazie alla Provvidenza, come la chiama lui.

Ma non è finita qui eh. Non può bastare lo sfoggio di una sola materia per dar prova della sua conoscenza. Serve anche altro. Infatti parla di “caduta di tensione” nel centrosinistra e e centrodestra, ma non nel suo partito. Adesso, per chi non conosce un minimo di elettrotecnica, la caduta di tensione è dovuta alla presenza di un elemento passivo in un circuito che ostacola il passaggio della corrente. E allora, ecco la somiglianza. C’è stata una sorta di resistenza tale da aver permesso questa miracolosa caduta di tensione.
Insomma, per certi versi, è meglio così. C’è meno rischio di avvertire la scossa.

Un Mastella così, dove lo troveremmo mai se non in Italia?
Al lettore l’ardua sentenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...