Tre panorami italiani

Pubblicato: 8 aprile 2010 in Attualità, Riflessioni personali

Ieri è passato la legge che pone in essere il leggittimo impedimento.
Stamane gli avvocati del premier Berlusconi hanno già fatto richiesta affinchè la legge sia applicata in uno dei due processi in corso che coinvolgono il premier.
Siamo alla trentottesima (secondo le stime di Travaglio) legge appositamente promulgata per il Capo del Governo; un calcolo che, chiaramente, tiene conto anche di quelle a lui destinate quando era a capo dell’opposizione e di quelle destinate alle sue società. Esempio per tutte: la depenalizzazione del falso in bilancio.
Così mentre presidenti emeriti della Corte Costituzionale parlano di incostituzionalità anche in relazione a due sentenze della Corte stessa, una delle quali in occasione di un processo a Previti nel quale si spiega che è dovere del giudice stabilire gli impedimenti dell’imputato (Previti, allora parlamentare); mentre lo stesso Longo, avvocato del premier, ha qualche dubbio riguardo la costituzionalità della legge; prosegue come una corsa serrata il tentativo di questo governo di appoggiare, permettendo così una sorta di esplicito favoreggiamento, la lotta del Presidente del Consiglio ai giudici.
L’appoggio determinante del Presidente della Repubblica, poi, completa il quadretto. Tranne una, il Presidente Napolitano, che vanta una strana cultura ex comunista, ha firmato tutte le leggi che gli sono state presentate dal Parlamento. Facendo così il gioco di Berlusconi. La motivazione è che non riesce a vedere probabili (non certe, eh) incostituzionalità all’interno dei decreti e delle leggi.
Un legittimo impedimento che servirà anche allo sconfitto Fitto: rinviato a giudiuzio per abuso d’ufficio e altri reati, potrà rimanere tranquillo per circa diciotto mesi.
Panorama curioso questo, che dovrebbe portare a definire questa una legge “ad personas”, visto che i destinatari sono più d’uno.

Allo scenario che vede Berlusconi in prima persona, se ne aggiungono poi due altri, altrettanto gravi, in cui, è presente lo zampino di Berlusconi.
Da un lato il processo Mori, ex Colonnello dell’Arma, accusato di favoreggiamento e per essere sceso a patti con la mafia assieme al Capitano De Donno. Una trattativa, si ipotizza, ottenuta per scongiurare il pericolo di ulteriori stragi da parte di Cosa Nostra, stanca e delusa da certi partiti che non avevano mantenuto le promesse fatte in precedenza. Una trattativa Stato-mafia che apre la strada ad una riflessione necessaria. Quanto è giusto che un intero apparato statale possa scendere a patti con un organizzazione terroristica? E quanto è giuto che ancor oggi non si capisce bene quel che è successo? Le dichiarazione di Ciancimino jr sono a dir poco agghiaccianti, in quanto dipingono un panorama che non ci era dato conoscere fino a poco tempo fa. Un panorama che coinvolge un sacco di politici italiani, o meglio, un sacco di “seduti in Parlamento” (tra cui il premier e l’intimo Dell’Utri) e che si configura come una delle maggiori vergogne del nostro bel Paese.

Dall’altro il rinvio a giudizio dei molti furbetti del quartierino, che nel 2005, in diversi momenti, con metodi certo illeciti, provarono a conquistare alcune banche, mettendo a rischi, di fatto, l’acquisto delle stesse da parte di altri, che, sfortunatamente, concorrevano seguendo le regole. Anche qui il panorama che si evince è particolare. Un accordo bipartisan che tocca i leader degli all’allora Ds: da Fassino a D’Alema a Latorre. E anche, di nuovo, il premier, che si trovò d’accordo con le scalate in questione, come se desse una sorta di “autorizzazione a procedere”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...