Il revisionismo del 25 aprile

Pubblicato: 24 aprile 2010 in Riflessioni personali

Per un italiano che si rispetti e che si definisca tale, è moralmente corretto, se non doveroso, celebrare o per lo meno ricordare gli avvenimenti che il 25 aprile del 1945 sono accaduti in Italia. O almeno essere a conoscenza dell’importanza della data suddetta, in quanto causa necessaria la quale ha in qualche modo contribuito a creare questa sorta di Repubblica Italiana.
Il 25 aprile dovrebbe rappresentare per ogni italiano, a prescindere dal colore politico di appartenza, una festa grande che occorre celebrare non per sè, ma in onore di coloro che hanno dato la propria vita liberando l’Italia dall’occupazione nazifascista; liberando l’Italia da un’oppressione dettata dall’umana perversione di uno che, cogliendo subito la collaborazione di un altro, ha messo a soqquadro il mondo, dando origine alla Seconda Guerra Mondiale. L’Italia, nella sua totale incompetenza militare, ha partecipato, rivestendo, chiaramente, il ruolo del perdente. A risollevare la posizione italiana, non permettendo che essa venisse considerata in assoluto come una sconfitta, è stata la Resistenza. Un movimento autonomo, non regolato formalmente, la quale ha combattuto in modo arduo affinchè la democrazia tornasse a regnare in un Paese, che non molti anni prima, era stato teatro di altre battaglie.

Tra i partigiani facenti parte della Resistenza c’erano anche i comunisti. Coloro i quali non appoggiavano la dittatura stanliniana, ma coloro che si rispecchiavano in ideali riconducibili alla sinistra: lo Stato, l’unità nazionale, una democrazia vera. Coloro i quali conservano dentro sè stessi principi socialisti veri, non presunti come quelli attuali.
Comunisti, che, assieme ad altri, hanno permesso all”Italia di raggiungere lo stato attuale.

Comunisti che invece, adesso, nel 2010, a 150 anni di Unità di Italia e 65 anni dal 1945, si ritrovano ad essere provocati, denigrati e non ricordati per il loro impegno nella Resistenza. Per il Presidente della Provincia di Salerno il 25 aprile si dovrebbe festeggiare per lo scampato pericolo dal regime comunista. Il pezzo recita, riferendosi gli americani, : “..per l`intervento nella nostra terra che ha sancito un’alleanza che ha garantito un luogo periodo di pace e di progresso economico e sociale, senza precedenti e che ha salvato l`Italia, come l`Europa, dalla dittatura comunista”. Ma è abbastanza curioso che nel manifesto appeso per le strade della provincia di Salerno non sia presente la parola Resistenza, ma solo l’accenno agli “alleati”, a coloro i quali sono intervenuti quando molti partigiani erano già seppelliti.
Ed è un dovere ricordare che un comportamente del genere, ma amplificato, è stato anche assunto dal Ministro della Difesa Ignazio La Russa, il quale, due anni fa, nel discorso del 25 aprile, rendeva omaggio ai fascisti della Repubblica di Salò morti durante la Resistenza italiana, rei, poveretti, di avere una opinione diversa. Come se fosse poco.
E, tanto per dirne un’altra, leggete qui.

Il mio intento non è quello di polemizzare proprio il 24 aprile, ma presentare determinate posizioni che con un piccolo margine di errore possono essere definite “revisioniste”, è quasi un dovere che vien prima della semplice celebrazione della giornata di domani.
Sperando che qualche altro invasato esponente della buona vecchia e ormai semidistrutta Italia non sia protagonista di affermazioni come quelle sopra, buona Festa della LIberazione a tutti. Affinchè questa non sia un semplice giorno rosso sul calendario, ma rappresenti un momento significativo per ciascun cittadino italiano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...