Sarà che questo centrodestra inizia ad incrinarsi?

Pubblicato: 29 giugno 2010 in Attualità, Riflessioni personali

Secondo voi, fa più notizia che Feltri bacchetti Berlusconi o che Dell’Utri sia stato condannato in appello a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa?
O fanno notizia entrambe, ciascuna in maniera differente?

Da un lato abbiamo il Senatore Marcello Dell’Utri, su cui oggi si è ponunciata la Corte d’Appello di Palermo che l’ha condannato a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa. In primo grado (nel 2004) era stato condannato per lo stesso reato a nove anni di reclusione in quanto i magistrati in questione avevano trovato delle prove indicanti il fatto che il senatore avesse partecipato, per via indiretta si intende, anche alle stragi dopo il 1992, come ha dichiarato il pentito Spatuzza sentito in fase di dibattimento nel processo in appello.
In quest’ultimo invece Dell’Utri è stato “assolto” per quanto riguarda questi collegamenti indiretti perchè il fatto non sussiste, come afferma la sentenza.
Alla luce dell’esito del processo non può sfuggire una considerazione. A chi ha potuto seguire le vicende giudiziare relative al collegio dei giudici del processo in questione non sarà certo sfuggito il fatto che i giudici dell’appello abbiano deciso di non ascoltare Ciancimino come testimone. Una persona chiave nella trattativa Stato-mafia che probabilmente avrebbe modificato anche il verdetto di questa sentenza se fosse stato invitato a comparire e a raccontare le sue conoscenze realativamente alle stragi post ’92. Si paventava nell’aria una sentenza “diversa” dalla precedente che ha trovato conferma stamane.
Fatto sta che, profilo penale a parte, si delinea un profilo morale che deve essere tenuto in considerazione: oltre la testimonianza di Spatuzza che tira in ballo il senatore, sussistono una serie di prove dei magistrati che l’hanno condannato in primo grado anche riguardo al post ’92. Prove che non possono magicamente disperdersi alla luce di quest’ultima sentenza e che possono indurre una riflessione su chi sia il nostro parlamentare.
A questo poi si aggiungono i giovani del Pdl Sicilia che vogliono fuori dal loro partito Dell’Utri.

Dall’altro lato, il pezzo di Feltri che attacca il suo editore con parole tutt’altro che banali: “Caro presidente Berlusconi, leggo sulle agenzie che lei è favorevole a uno sciopero degli italiani contro i giornali perché disinformano e prendono in giro i lettori. Sarebbe una buona idea se non presentasse un rischio: che gli italiani poi la applichino anche contro i politici. I quali nel nostro Paese sono i solo più bravi dei giornalisti a prendere in giro i cittadini, lettori ed elettori.”

E ancora, da un lato Feltri, dall’altro i giovani del Pdl.
Sarà che questo centrodestra inizia ad incrinarsi?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...