La sveglia

Pubblicato: 14 luglio 2010 in Attualità, Riflessioni personali

In queste ore noto con piacere che qualche parlamentare ha acquistato una sveglia.
Non una sveglia si quelle che troviamo sui comodini si intende. Ma un qualcosa che ha destato la loro attenzione dopo mesi di sonno.
Mi riferisco alla vicenda del sottosegretario all’Economia Cosentino cui affidiamo i conti del nostro Paese: tra il 2002 e il 2004 sono state intercettate numerose telefonate in cui il caro Nicola discuteva amorevolmente con qualche esponente della Camorra, campo rifiuti. Si parlava di discariche, di come smaltire determinati rifiuti, di questo o quell’appalto assegnato chiaramente ad una persona stabilita a priori.
Su di lui pende un mandato d’arresto del Tribunale di Napoli visto quello in cui è implicato. Tuttavia egli non è in cella aspettando il giudizio nel processo. Egli è beatamente seduto nei banchi di Montecitorio aspettando che tutti si dimentichino del mandato. Infatti così è stato. Dopo che è stato platealmente rigettato dalla Camera il mandato di custodia cautelare, tutti si sono dimenticati del sottosegretario.
Adesso che invece viene fuori l’iscrizione di Cosentino nel registro degli indagati della Procura di Roma per quanti riguarda la loggia P3, di cui fa parte anche Dell’Utri e Verdini, intimi del nostro Premier, tutti si ricordano di Cosentino. A partire da Bocchino, finiano doc che garantisce di valutare la mozione di sfiducia che sarà presentata dall’opposizione, pur rimanendo timido in quanto non vuole “il dissenso dal partito” e aspetterà che gli alti vertici del Pdl si riuniscano e valutino i documenti su Cosentino per stabilire se votare o no l’eventuale mozione di sfiducia. Intanto Berlusconi grida che chi dovesse votare a favore è fuori dal Pdl. Si sa, il Partito dell’Amore.
In tutto questo anche l’opposizione si è svegliata. Credo avesse completamente dimenticato il caso del sottosegretario perchè nè nelle parole di Bersani nè in quelle di qualcun altro del Pd, troppo intento ad inciuci, moralismi e critiche sterili, non v’era alcun riferimento al mandato d’arresto e all’obiettiva necessità, in un Paese democratico, delle immediati dimissioni di Cosentino.

Il fatto abbastanza curioso è che non si riesce bene a capire la causa della sveglia eh. Sarà per il giornali orientati a sinistra o a destra che ne stanno parlando, sarà che dalla Rete si sente una sorta di urlo scocciato e sconcertato per le vicende ultime, sarà che all’interno del Pdl stesso si siano accorti con estremo ritardo che così non si può andare avanti, sarà che una nuova P2 è davvero troppo.
Sarà quel che sarà, speriamo solo si metta fine a questa scenetta patetica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...