Il teatrino italiota

Pubblicato: 25 agosto 2010 in Attualità, Riflessioni personali

Tra commoventi lettere di figliol prodighi (Veltroni, che aveva promesso di restarsene in Africa), articoli “pornografici” di Famiglia Cristiana rea, attraverso Don Sciortino, di rimembrare il metodo Boffo, pezzi unici di Mancuso, protagonista con Augias di particolari pellegrinaggi, si assiste ad una vera rappresentazione teatrale.
Impossibile non comprendere che gli spettatori sono i soliti italioti, troppo assonnati per comprendere perfettamente le tresche amorose sul palco ma sempre pronti ad applaudire o a fischiare questo o quell’attore, poco attenti alla sua performance. Il nome è quello che conta insomma.
Così, anche oggi, per rendere omaggio agli spettatori e guadagnarsi i loro applausi, si va in scena con il vertice tra i big del governo. In primis il nostro premier e capocomico Berlusconi accompagnato dal suo più grande alleato Bossi, entrambi uniti ad uno degli uomini più fidi del Cavaliere: il signor Tremonti, che di economia se ne intende, come si è visto in questo periodo di crisi.
Se gli attori sono questi, la trama dell’atto (mi si perdoni se non uso i termini corretti) consiste nella discussione di un’apertura del governo all’Udc del cattolicante Casini, divorziato ma da sempre attento ai temi delle famiglie. Le sue si intende.

Il motivo per cui Berlusconi e buona parte del governo vogliono concedere un posto in primo piano sul palco del teatro va ricercato nel fatto che sui famosi cinque punti cardine sui cui si sta impegnando, i finiani non gli votino a favore nel voto di fiducia. Questo comporterebbe la caduta del governo ed un improbabile governo tecnico, perchè pare che tutti vogliano in caso di caduta il ritorno alle urne. Tuttavia ha assicurato Granata (finiano doc) di appoggiare con tutti i fianiani i provvedimenti chiave del governo sotto la scusa che sono stati scelti dal popolo per realizzare un preciso programma. (Tuttavia, mi piace ricordare un commento di Rousseu, illuminista francese, che credeva che non sempre la maggioranza avesse ragione. Cioè, non è detto che la maggioranza degli italiani, la quale ha votato Berlusconi e i finiani assieme, sia per forza autorizzata a vedere realizzati i progetti per cui i loro leader sono stati eletti (?). Compito dei parlamentari, espressione massima di democrazia, è fare il meglio per il Paese, anche se questo può comportare scelte contrarie all’elettorato. Se si arriva a comprendere che un governo del genere non può andare avanti, mi piacerebbe pensare che fosse decisa una forte presa di posizione da parte dei fianiani che giustificassero le loro (apparentemente) incoerenti azioni agli elettori ).

A prescindere da questa lunga parentesi, torniamo a Casini. O meglio, ai tizi del Pdl.
Una provocazione: quando si è andati a votare si è scelto l’Udc all’opposizione e il Pdl al governo. Perchè ci tocca sentirci dire adesso dai berlusconiani doc che ci si deve aprire al partito casinista, nonostante venga sempre ripetuto che la volontà degli elettori deve rimanere uno dei capisaldi della democrazia? Nessuno si è interrogato su questo grosso paradosso. E non ho avuto nemmeno modo di leggere una considerazione del genere su qualche autorevole giornale.
L’unico che dimostra coerenza, vista anche l’idea del federalismo snobbata dall’Udc, mi sembra proprio Bossi. Che rimane fedele al suo elettorato padano.

Ma attenzione: non si applichi il criterio Rousseau anche a questo caso. Qui non si tratta di fare la cosa più giusta per gli elettori. Ma di fare quella più opportunista: mantenere un governo che pessimo e incapace di esaudire la volontà degli elettori, che iniziano ad accorgersi che qualcosa nel Pdl non funzioni secondo la norma. E non mi riferisco solo al mondo cattolico, sia chiaro.

Ma si sa, parliamo di un teatro. Chissà che non capiti l’ennesimo colpo  di scena!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...