Personale e inequivocabile

Pubblicato: 11 ottobre 2010 in Attualità, Riflessioni personali

Tra una riforma e l’altra, tra una manovra finanziaria e l’altra, la scuola italiana e più in generale l’università, è davvero alle pezze. Basta guardare, tanto per fare un esempio, quello che succede al Politecnico di Bari dove numerosi corsi della facoltà di Ingegneria sono scoperti, in quanto i ricercatori che fino all’anno scorso hanno insegnato, hanno perso la voglia di continuare in quanto non pagati per questo, ma per altro. E non si possono certo biasimare per questo.

Da biasimare invece (mi spiace dirlo) è chi critica oggi i responsabili del dissesto ma, quando interrogati, non hanno espresso opinione. Biasimo cioè quanti nel momento in cui era necessario scendere in piazza perchè veniva offerta l’occasione di gridare i propri diritti a favore di un’Università migliore, sono rimasti al calduccio nel proprio letto o a studiacchiare su qualche libro, credendo che una manifestazione del genere non servisse a nulla o rimanendo attoniti a guardare masse di ragazzi che con bandiere e striscioni facevano sentire la propria voce. I quali hanno gridato anche per gli assenti. Per i loro compagni, a casa con una scusa. Più volte, riguardo diverse occasioni, ho scritto che chi fosse rimasto a casa senza un valido motivo sarebbe stato complice del sistema attuale che purtroppo non funziona quasi in nulla.
E amaramente, oggi, raccogliamo i frutti di questo disinteresse generale che ha avuto come culmine un cinismo tale da causare solo danni che chissà quando saranno riparati.

Ma voglio aggiungere, senza alcuna retorica e senza falsa modestia, che il problema sono anche io. Anche avendo partecipato alle manifestazioni, avendo gridato i miei diritti, avendo combattuto in certi momenti, so di non essermi impegnato abbastanza. So di non aver esercitato al massimo il mio diritto ad essere cittadino italiano. E di questo, davvero, me ne rammarico.
Ecco che, prima di criticare la Gelmini e tutta l’allegra baracca del governo, occorre un sano esame di coscienza. Personale e inequivocabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...