L’ “indipendenza” di Sgarbi

Pubblicato: 17 ottobre 2010 in "Il Giornale" della concordia

Nonostante mr. Berlusconi e figlio siano al centro per qualcosa che ha a che fare con la frode fiscale sempre legata all’acquisizione di diritti Mediaset; nonostante sia in corso una “guerra”, un “assedio”, una serie di “trucchi” per far fuori il premier anche grazie alla presenza dell’asse “Fini-pm”; nonostante la Fiom sia scesa in piazza per protestare contro quello che Padellaro ha definito il peggiore dei governi, Feltri e Sgarbi danno il meglio di sè stessi. Il primo impersona il Freud del terzo millennio in questa domenica di ottobre “interpretando il sogno” (di Fini, naturalmente) che si conclude con il nulla di fatto (sempre di Fini, naturalmente). L’altro da lezioni di democrazia parlando di televisione di stato e partiti politici.

Questo blog parla spesso di Feltri. Oggi occorrerebbe uno “psicanalista” per comprendere l’interpretazione di Feltri. Per quanto riguarda Sgarbi e la sua teoria sulla democrazia, posso provarci.
Sottotitolo del pezzo, più indicativo del titolo: “Che ipocrisia denunciare la lottizazione della televisione di Sato. Chi fa politica è più libero di chi si maschera da tecnico imparziale”.
Ergo, sono ipocrita.
Il punto è che tutto il pezzo si basa sull’assunto che anche essere all’interno della Rai (nel cda per esempio) non implica “dipendenza” dai partiti, in quanto i membri, assicura Sgarbi, sono liberi di decidere quello che vogliono. Un ragionamento che fila certo. In un mondo che non esiste.
Per quanto uno non venga scelto “formalmente” da un partito, se vicino ad una certa area è comunque portato ad assumere decisioni che siano molto vicine a quelle del partito di riferimento e che non dispiacciano lo stesso al fine di trovare un appoggio in situazioni di pericolo: quando cioè, c’è il rischio di essere fatto fuori. Così si suole dire che i membri del Cda sono “in quota” ma non appartenenti ai partiti politici di riferimento, che naturalmente, sempre secondo Sgarbi, non influenzano minimamente le decisioni.
Basterebbe solamente leggere qualche intercettazione telefonica per comprendere quanto quello che afferma Sgarbi è falso. Caso di studio: Saccà. Non sto qui a ricordare chi era il tizio in questione, ma basta una breve ricerca sul Web per comprendere che uno che si definiva libero, era tutt’altro. E Masi, attuale dg Rai? Abbiamo potuto ascoltare grazie alle intercettazioni che o Annozero fosse stato chiuso o ci sarebbero stati problemi ulteriori (E così sarebbe avvenuto se Santoro non avesse gridato). E per di più, basta ascoltare le intercettazioni Masi-Berlusconi per comprendere quanto autonomo sia l’attuale dg. Senza parlare di Innocenzi (ex Agcom), che a sua volta influenzava lo stesso Masi.
Ecco perchè il ragionamento di Sgarbi non funziona. Per nulla. Esso sarebbe perfetto in Paese in cui davvero la Televisione di Stato è espressione della democrazia. Non in uno in cui la politica è parte integrante di essa (ci si interroghi sulla Commissione parlamentare di Vigilanza).

In ultimo, credo sia azzardato/errato paragonare uomini come Berlinguer o Sartori agli uomini che ci sono oggi impegnati nella scena politica o dell’informazione. E credo passi una differenza abissale tra i citati e Galli della Loggia o Panebianco.
E a questo proposito Sgarbi avrebbe fatto bene a ricordare anche Montanelli. Il quale si dimise non appena il suo editore (Berlusconi) scelse di entrare in politica con “Forza Italia”.
Montanelli rimaneva in quota centrodestra, ma non “Forza Italia”.
Questa è indipendenza, non quella che racconta Sgarbi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...