Il Popolo Viola oggi

Pubblicato: 5 dicembre 2010 in Attualità, Riflessioni personali

Esattamente un anno fa, una marea di persone unite sotto un univo grido, scendeva in Piazza San Giovanni per affermare il proprio diritto di cittadini italiani a non volere come Presidente del Consiglio un uomo come Berlusconi. Nacque così un movimento chiamato Popolo Viola rimasto latente ma mai defunto pronto a battersi alla prima occasione per contrastare non sono l’attuale presidente del Consiglio ma chiunque, come lui, avesse fatto il suo gioco.
E così abbiamo assistito a manifestazioni tenute dal Popolo Viola quando Minzolini, per semplificare un concetto, assolse Mills; quando sarebbe potuta diventare legge uno squallido decreto chiamato comunemente “decreto intercettazioni” che avrebbe messo il bavaglio non solo ai giornalisti, ma per la prima volta in un Paese Europeo e culturalmente avanzato come il nostro, ai blog.
Molto ne ho parlato presentando in lungo e in largo sia la proposta di legge sia il mio assoluto “no”, lottando in prima linea e scendendo in piazza per far valere la mia idea più forte che mai. Del resto, basta leggere qualche vecchio post per capire quanto ci tenga a tale cosa.

Blog a parte, il Popolo Viola, simpaticamente definito all’indomani del NoB-Day come l’insieme degli “amici di Spatuzza” dal sospeso Vittorio Feltri, continua ancora adesso a far valere la sua forza. Certo, è indubbio che non conti su cinquecentomila persone che constantemente offrono il loro tempo per proporre nuove situazioni. Ma conta e continuerà a contare gente che realmente vuole cambiare questo Paese. Gente che realmente ha intenzione di informarsi e di capire affinchè giudizi e opinioni su situazioni attuali non siano dettati da banali pregiudizi e odi verso qualcuno, ma nascano dalla corretta analisi delle circostanze in cui ci si trova. Anche questo è un concetto trito e ritrito, ma come scritto più volte nel blog, “repetita iuvant”.
Ad un anno dal NoB-Day; ad un anno dalla nascita di un nuovo movimento dal basso teso a svegliare qualche coscienza; ad un anno dal rinnovamento dell’attenzione di molti cittadini alla politica attuale, si reincontra a Roma il Popolo Viola. Più in forma che mai e sempre più determinato a proseguire il suo scopo.

Durante questo tempo il suo lavoro è stato, come suddetto, latente. I grandi giornali o le tv nazionali non hanno certo presentato questo movimento come un insieme di persone in continuo divenire e sempre pronte a quello per cui sono state chiamate. Tuttavia, nonostante alcuna pubblicità e in simbiosi con la Rete, il Popolo Viola ha sempre combattuto credendo sempre nelle stesse idee. E questo va detto.
Ma bisogna ammettere, mio malgrado, che molti facenti parte questo movimento non ne sono all’altezza. Adesso qualcuno si scaglierà contro questa presa di posizione superba ma che lo si voglia o no, è semplicemente la verità. Alcuni di coloro che propongono manifestazioni in nome del movimento sono i primi ignoranti. Sono i primi a non conoscere per filo e per segno ciò per cui lottano.
Spiegare , alla manifestazione contro il ddl intercettazioni, ad una persona che millantava l’appartenenza al Popolo Viola, ignara di un articolo a proposito della censura dei blog e dell’attuale concezione delle intercettazioni telefoniche in fatto di pubblicazione, fu strano. Non perchè non volessi farlo, ma io ero lì per conoscere qualcosa in più.
E permettetemi di aggiungere che questo è paradossale e totalmente illogico.

Questo blog è parecchio cinico. Chi si fosse aspettato una difesa incondizionata nei confronti di coloro che esprimono il loro dissenso nei confronti dell’attuale Presidente del Consiglio e di un intero sistema, hanno sbagliato blog. Qui si critica e si accusa tutto e tutti affinchè alla fine fuoriesca da una critica generale qualcosa di migliore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...