O forse no.

Pubblicato: 12 dicembre 2010 in Attualità, Riflessioni personali

Ci ho azzeccato. Tutti i grandi del Pd che ho citato ieri hanno parlato e hanno espresso la loro opinione a proposito della manifestazione di ieri a Roma. Nessuno ha creduto opportuno tacere e vergognarsi di essere uno dei grandi del più grande partito di opposizione e non riuscire nel proprio compito. Almeno ai miei occhi.

Ho sbagliato su un punto però. Mi auguravo che qualcosa da questa manifestazione nascesse. Mi auguravo che un leader come Bersani in un’ora di discorso affermasse a pieni polmoni quale è il programma pratico del Pd. E invece abbiamo ascoltato sempre le stesse frasi. Il governo non ha fatto nulla per il Paese; non ha mantenuto le promesse fatte agli elettori; è l’ora che cada; è l’ora che il berlusconismo si annulli definitivamente e lasci l’Italia che ne è affetta e via discorrendo su questa lunghezza d’onda. Ora, sia chiaro. Condivido tutti questi bellissimi discorsi. Anche gli onesti del centrodestra dovrebbere essere del mio stesso parere. Ma non è questo di cui l’Italia ha bisogno. Non sono predicozze e critiche a qualcosa che è assodato che sia giunto al termine e abbia provocato solo il nulla di fatto. L’Italia ha bisogno di proposte concrete, di idee, di come realizzare praticamente le proposte. Consideriamo la legge elettorale. Che significa cambiarla? Cosa ha intenzione di fare il Pd per assolvere a questa promessa? Ha intenzione di tornare alla vecchia legge, quella prima della porcata? Ha intenzione di proporne una nuova ma sulla falsa riga di questa con l’aggiunta che si debba indicare il nome del politico che si desidera vedere in Parlamento? Ha intenzione di promovuere anche il terzo quesito del referendum di qualche tempo fa? In sostanza, che significa per il più grande partito di opposizione una nuova legge elettorale? Questo è un esempio, ma mi vengono mille domande a proposito di lavoro, scuola, crisi economica, turismo, burocrazia. Domande a cui speravo fosse possibile avere una risposta chiara ed esplicita, ad li là dei soliti sofismi su Berlusconi che ha distrutto l’Italia in questi sedici anni.

Ma questo Bersani e chi per lui non lo intendono. E l’ipotesi azzardabile sarebbe che sono a corto di idee. Non hanno pensieri chiari studiati a tavolino che dovrebbero ribaltare questo stato di cose. E questo è davvero male, visto che stiamo parlando del più grande partito d’opposizione. O forse no.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...