La Resistenza pertiniana

Pubblicato: 24 febbraio 2011 in Riflessioni personali

C’è chi crede che, essendo un uomo morto e sepolto, non abbia senso chiedersi quale sarebbe il suo pensiero su uno stato di cose se fosse ancora vivo.
Venti anni fa moriva Sandro Pertini e l’incipit precedente può essere applicato anche a questi.

Savonese, combattente nella Prima Guerra Mondiale e premiato, deputato all’Assemblea Costituente e Presidente della Repubblica nel ’78. Semplificato da uno come Berlusconi sarebbe semplicemente bollato come “comunista”.
A me, invece, piace ricordarlo per quello che pensava della Resistenza.
Quella non delle pizzette incazzate, ma vera.
Quella non a comando, ma di ogni giorno.
Quella non di Massimo Fini, ma pacifica.
Quella non ignorante, ma informatissima.
Quella dei giovani, non degli adulti.

Quella che proporrebbe Pertini, non del primo incazzato contro Berlusconi che ci capita sott’occhio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...