Lettera al Sindaco di Bari

Pubblicato: 10 marzo 2011 in Riflessioni personali

Caro Signor sindaco,

nella tarda mattinata di ieri ho twittato, taggando Michele Emiliano (sindaco di Bari), le seguenti parole: “Senza offesa, ma la sua ultima ordinanza puzza di “fascismo”. Spero riveda la sua idea. Al più presto.” Non la rrinnego e mi assumo la responsabilità anche di aver usato una parola forte come “fascismo”.
Ma un’ordinanza che  impedisca  “lo stazionamento prolungato di tre o più persone che per gli elevati toni di voce, il comportamento aggressivo tra loro o verso gli altri, il modo di fruire degli spazi pubblici contrario al decoro o alle regole del vivere civile, comporti disturbo o senso di insicurezza ovvero limiti la normale fruibilità degli spazi pubblici e privati da parte dei cittadini o residenti ovvero induca i cittadini a non attraversare la zona” è rappresentazione degna dell’Italia mussoliniana. Non importa chi sia la gente che forma suddetto capannello, giovani o adulti. Per qualche stupidello che schiamazza, sporca e si esibisce in sceneggiate pietose, tutti sono costretti a pagare. E a caro prezzo.
E, una critica senza la proposizione di alcuna possibile soluzione è abbastanza sterile, tre propositi:

Primo. Se i patti con i gestori dei locali non sono andati a buon fine un motivo ci sarà. Sarà che si è stati poco incisivi? Qui in Spagna, dove soggiorno attualmente, mi è capitato di osservare che la gente beve e sporca la strada. Ma i proprietari dei locali di tanto in tanto escono fuori e controllano la situazione raccogliendo bicchieri di vetro, lattine e bottiglie e assicurandosi che tutto fili per il meglio in strada. Cioè che non ci sia qualche squilibrato in giro con la musica a palla in macchina che grida e fa eccessiva baldoria.
Questo a Bari, onestantemente, in quattro dei cinque locali, non l’ho mai visto.

Secondo. Qui nella penisola iberica, la polizia incute qualche timore in più. Beccato con della roba da fumare o con bicchieri/bottiglie d’alcool passegiando allegramente, si viene fermati e a volte perquisiti per la sola presunzione che ci possa essere dell’altro. Personalmente, la cosa mi irrita, ma non è poi così male come idea.
La polizia pullula nelle strade con più locali controllando che sia tutto in regola e intervenendo qualora qualcosa non funzioni.
Sarà che a Bari la Polizia Municipale si comporta in maniera un po’..blanda?
Non affermo che non compia il suo dovere, ma un controllo maggiore nei luoghi colpiti dalle ordinanze sarebbe auspicabile.

Terzo. La butto lì. Punirne uno per educarne cento. Nel senso meno fascista possibile.

Non sono un cittadino barese. Sono però adottato nel capoluogo perchè studente. Ho imparato a conoscerne difetti e pregi nei due anni di permanenza e non nego di sentirla anche un po’ mia la città. Sono animato da un forte senso civico che, con l’applicazione delle ordinanze, non verrà corrisposto.
Lei decide. Io però griderò pacificamente il mio dissenso.

Saluti.

Annunci
commenti
  1. angelo ha detto:

    Il termine da lei usato lo ritengo più che apprpriato ,lo stesso sistema lo sta usando per i cani,in quanto pur non mettendoci a disposizione nessuna area attrezzata si permette il lusso di fare multe a batteria;il “caro” sceriffo deve capire che se vuol fare rispettare la legge deve metteri i cittadini anche nella possibilità di poterlo fare.

    dove sono finite le campagne di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali?.Domenica di pasqua portiamo i nostri cani a giocare(come di cosuetudine)in un parco di BARI denominato “punta Perotti”;di questo parco ci siamo “appropriati” di un angolino dove liberiamo i nostri amici per farli correre liberamente,premetto che ognuno e controllore di tutti e tutto pronto ad intervenire se il solito sporcaccione non raccoglie le feci del cane e facciamo sempre attenzione che i ns. cani non rechino disturbo.Una vera oasi,peccato che il ns.caro sindaco ha capito che è una fonte enorme di guadagno ed ecco che puntualmente arrivano gli sceriffi che con aria arrogante iniziano ad elevare multe a batteria.Tutto questo non perchè ci divertiamo a portare in quel posto i ns.amici ma deve sapere che in questo schifo di città che osano definire metropolitana,non esite un area attrezzata per i cani e qundi siamo punibili dovunque andiamo.Mi dice se è meglio abbandonarli piuttosto che pagare € 300 di multa???.grazie.
    Dove sono finiti i ns. giornali lo e TV locali?
    E’ piu’ importante parlare di Bunga Bunga,tarantini e compani piuttosto che dei problemi della nostra città

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...