Fantascienza?

Pubblicato: 22 ottobre 2011 in Attualità, Riflessioni personali
Tag:, , , ,

Nonostante si discuta di un “concordato” (fa più figo chiamarlo così, piuttosto che “condono”); nonostante la benedizione dell’idea da parte di Scillipoti che, in lacrime, ha accolto il premier Berlusconi al Primo Congresso Nazionale dei Responsabili (quelli in grado di non far cadere il governo); nonostante politici tutte chiacchiere  e niente azioni, ritorna l’idea della vendita degli immobili statali non sfruttati.
La razionalità vuole che se è possibile vendere un qualcosa che non si usa più, cercando di racimolare un gruzzoletto, è sempre una grande idea, sopratutto in un periodo di crisi come il nostro dove ci si accontenterebbe anche di briciole.
Il problema, tuttavia, consiste nel fatto che ad oggi non si è a conoscenza del patrimonio immobiliare statale: l’ultimo censimento all’italiana ha infatti rivelato che di beni da vendere ce ne sono, fornendo però un elenco non completo, semplicemente perché un’amministrazione su due ha deciso di non comunicare quanto richiesto.

Ergo, ci troviamo davanti ad un paradosso, grande quanto il mondo, visto che ci consideriamo un Paese culturalmente avanzato: lo Stato non conosce quello che possiede; non può perciò stabilire con precisione quanto si possa vendere e quanto quindi si possa guadagnare per ripianare il debito di 1800 miliardi di euro. I guadagni stimati si aggirano tra i 700 e i 900 miliardi . Esiste cioè uno scarto di 200 miliardi che corrisponde ad un errore del, più o meno, 25%.
Eppure, mi viene da pensare che la situazione è semplice: si obbligano le amministrazioni a rispondere in un tempo breve. Quelle che decidono di non rispettare la richiesta, multate progressivamente con l’aumentare del tempo, affinché si diano una mossa.
Con la differenza che le multe, si pagano. In fretta e fino all’ultimo centesimo.

Fantascienza?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...